in

Perché si usa il green screen?

A cosa serve? E perché proprio verde?

"Ma il Molise è alla mia destra o alla mia sinistra?"

Il green screen, o meglio chroma key (più precisamente intarsio a chiave colore), è una delle tecniche usate per realizzare effetti speciali soprattutto in ambito televisivo, ad esempio per le previsioni del tempo.

Il chroma key si usa infatti per ambientare soggetti e oggetti su sfondi virtuali, aggiunti separatamente con due metodi principali:

  1. materiale girato in precedenza e integrato con quanto ripreso sullo sfondo verde o blu;
  2. materiale completamente elaborato in digitale, con l’ausilio della grafica computerizzata, e integrato con i movimenti dal vero degli attori.

Per realizzare ciò si sfrutta un particolare colore (appunto il chroma key) per segnalare al mixer video quale sorgente usare in un dato punto: ossia al posto del suddetto colore si vedrà lo sfondo virtuale. Perché l’effetto riesca è necessario che il presentatore non porti addosso oggetti dello stesso colore dello sfondo.

Originariamente si usava il blu come chroma key (blue back), poi perlopiù sostituito dal verde (green screen), più adatto alle telecamere digitali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Si può starnutire ad occhi aperti?

Perché la luna all’orizzonte ci appare più grande?