in ,

Perché le punture delle zanzare fanno venire prurito?

Così piccole, eppure tanto fastidiose. Basta una punturina e… ci grattiamo per ore! Perché?

Sangue di prima qualità, yumm!

Caratteristica propria delle zanzare è la capacità del particolare apparato boccale, presente esclusivamente nelle femmine, di pungere altri animali e prelevarne i fluidi vitali, ricchi di proteine necessarie per il completamento della maturazione delle uova.

Le zanzare pungono per succhiare il sangue, dopo aver iniettato la loro saliva che ha potere anticoagulante, che cioè mantiene il sangue liquido, e contiene delle proteine. Come reazione nel nostro corpo vi è il rilascio di istamina, una molecola che in questo caso serve per far giungere un maggior numero di globuli bianchi sul posto.

L’istamina però è allo stesso tempo responsabile di alterazioni locali che portano alla formazione di un edema, ossia un rigonfiamento pieno di liquidi, associato ad arrossamento e prurito. Quella che si verifica è sostanzialmente una reazione allergica, e quindi il fastidio percepito varia da persona a persona.

Ricordate: mai grattarsi, infatti ciò causa una maggiore infiammazione della pelle, che porta a ulteriore prurito, e così via…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Perché si usa l’espressione “spirito di patata”?

Perché si forma l’arcobaleno?