in

In che ordine guardare i film di Star Wars?

Episodio I, Episodio IV, Episodio 3.5. Ma insomma, che ordine si deve seguire per capirci qualcosa?

Meme di Yoda sull'ordine dei film di Star Wars
Meme che scherza sull'ordine dei film. Il personaggio di Yoda parla con frasi costruite con un ordine "particolare", proprio come i film.

Se siete appassionati di Star Wars probabilmente per voi questo articolo è superfluo. Se invece non avete mai avuto alcun approccio a questo franchise, probabilmente non avete idea di cosa si sta per parlare. Se invece avete avuto, magari negli ultimi due anni, un avvicinamento all’opera di George Lucas, allora potreste avere alcuni dubbi al riguardo.

Come molti di voi sanno, la saga di Star Wars è composta da molti film. Sono 8 quelli già usciti al cinema, e almeno altri 3 sono previsti per i prossimi anni. Tali film sono caratterizzati da ambientazioni temporali diverse e non sempre lineari, che creano spesso confusione, soprattutto tra i neofiti. Come guardare dunque i film? Seguire l’ordine di ambientazione o quello di uscita? In breve, la risposta è, almeno secondo l’opinione di chi scrive, quella di guardare i film in ordine di uscita, cominciando dal primo film del 1977, per arrivare agli ultimi usciti e poi a quelli che usciranno. Per farla breve dunque: Trilogia originale -> Trilogia Prequel -> Episodio VII -> Rogue One.

Per chi volesse la risposta lunga invece, eccola qui sotto.

Iniziato come singolo lungometraggio, con l’originale Star Wars – Guerre Stellari del 1977, la saga si è presto allargata, grazie al successo ottenuto, con due nuove pellicole nel giro di pochi anni, ovvero L’Impero colpisce ancora, nel 1980, e Il ritorno dello Jedi nel 1983, con i quali l’opera poteva dirsi completa. Nel corso degli anni ’90 però, George Lucas si impegnò nella realizzazione di nuovi film, anche per la volontà di sfruttare le nuove tecnologie visive disponibili. Nasce così la Trilogia Prequel, ambientata diversi anni prima rispetto ai tre film originali. Nel 1999 esce Episodio I – La Minaccia Fantasma, seguito nel 2002 da Episodio II – L’Attacco dei Cloni, per finire poi con Episodio III – La Vendetta dei Sith, uscito nel 2005. Con questa nuova trilogia, anche i vecchi film si videro aggiungere la “numerazione”, con il primo film che divenne Episodio IV – Una Nuova Speranza, e gli altri due che mantennero i titoli originali, con l’aggiunta del numero (Episodio V ed Episodio VI). Ed è da qui che la faccenda si complica.

A partire da questo momento si hanno infatti due trilogie, il cui ordine di realizzazione non coincide con quello di ambientazione. La trilogia realizzata prima si svolge dopo, mentre quella realizzata dopo si svolge prima! Si pone quindi la questione: seguire l’ordine di realizzazione o quello di ambientazione? Guardare da Episodio I a VI o iniziare da Episodio IV e finire con Episodio III? Su questo tema si è scherzosamente dibattuto per anni tra i fan della saga e non solo.

Ad aumentare ancora la “confusione” ci ha pensato la Disney, che ha acquistato i diritti della saga e si è lanciata nella realizzazione di diversi nuovi film. Innanzitutto una nuova trilogia, composta da Episodio VII – Il Risveglio della Forza (uscito nel 2015), Episodio VIII – Gli Ultimi Jedi (in uscita nel 2017) e Episodio IX (previsto per il 2019), ambientata successivamente alla trilogia originale e che quindi non crea particolari problemi. A questa nuova trilogia però, si aggiunge la cosiddetta Star Wars Anthologyuna serie spin-off composta da film stand-alone ambientati nell’universo della serie. Il primo film è uscito nel 2016, e si tratta di Rogue One: A Star Wars Story, mentre il secondo è previsto per il 2018, dal titolo Solo: A Star Wars Story. Questi film sono ambientati nel lasso temporale che c’è tra Episodio III e IV, ed infatti Rogue One è stato ironicamente definito Episodio 3.5, in riferimento all’annosa questione che abbiamo visto poc’anzi. A questo punto, vista la probabile collocazione temporale del prossimo spin-off, prevediamo che tra un anno circa avremo un Episodio 3.25!! Alla luce di quanto detto fino ad ora, come organizzarsi per guardare tutti questi film?

Per chi fosse interessato a seguire l’ordine temporale interno alla saga, l’ordine sarebbe: Episodio I – II – III – Solo (2018?) – Rogue One – Episodio IV – V – VI – VII – VIII (2017) – IX (2019?).
Per chi invece volesse seguire l’ordine di uscita al cinema, allora l’ordine sarebbe: Episodio IV (1977) – Episodio V (1980) – Episodio VI (1983) – Episodio I (1999) – Episodio II (2002) – Episodio III (2005) – Episodio VII (2015) – Rogue One (2016) – Episodio VIII (2017) – Solo (2018) – Episodio IX (2019).

Personalmente, come accennato all’inizio, consigliamo di seguire l’ordine di uscita al cinema, senza soffermarsi troppo sulla cronologia interna. La spiegazione è presto detta: un film uscito dopo, benché ambientato prima, è strutturato per rievocare nella mente dello spettatore qualcosa di legato ad un film che ha già visto. A questa regola non sfugge nemmeno Star Wars: guardare prima i film usciti dopo altri, rischia di far perdere dei piccoli riferimenti più o meno significativi, o momenti realizzati per sviluppare emozioni che sarebbero perse se l’ordine di visione non è quello previsto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Un clown particolarmente inquietante.

Perché i clown ci spaventano?

Paracadutista militare durante una esercitazione.

A che velocità cadiamo?