in

Perché si festeggia il Carnevale?

Scopriamo le origini ed il significato della festa!

Una persona mascherata durante il carnevale di Venezia.
Una delle tante maschere utilizzate a carnevale.

Il Carnevale è una famosa festa celebrata nei Paesi di tradizione cattolica caratterizzata da elementi giocosi e festosi in cui è usanza vestirsi in maschera e sfilare in delle publiche parate. Il significato del termine Carnevale deriva dal latino Carnem levare che significa privarsi della carne. Essa, infatti, precede la Quaresima, periodo dell’anno che nella religione cattolica è dedicato alla penitenza, al digiuno e alla preghiera. Il carnevale rappresenta dunque l’ultimo banchetto prima della Quaresima.

Tipicamente il Carnevale ha una durata di 5 giorni, che vanno dal giovedì grasso al martedì successivo (martedì grasso), ossia il giorno antecedente il mercoledì delle ceneri (che precede esattamente di 44 giorni la domenica di Pasqua).

Le origini del carnevale, tuttavia, sono più antiche della religione cattolica, e le sue radici scavano nel terreno fino all’epoca dei greci e degli antichi romani, con le antesterie, dedicate a Dionisio, e i saturanali, celebrati in onore del dio Saturno.

Dovete sapere che a Milano si festeggia il cosiddetto Carnevale ambrosiano, che dura di più di quello “classico”: esso si conclude con il “sabato grasso” e quindi quattro giorni dopo il martedì grasso. In questo articolo abbiamo spiegato come mai: Perché il Carnevale Ambrosiano dura di più?

Adesso che conoscete la storia del Carnevale, non ci resta che augurarvi buon divertimento! E andateci piano con chiacchiere, crostoli, bugie e frappe.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Essere al verde e quindi senza soldi.

Perché si dice “essere al verde” quando si rimane senza soldi?

Uomini in maschera in piazza del Duomo a Milano che festeggiano il carnevale ambrosiano

Perché il Carnevale Ambrosiano dura di più?