in

Perché quando si viaggia non si va in bagno?

In vacanza spesso l’intestino si blocca per giorni. Quali le cause? E quali i rimedi?

Ragazza viaggia e beve nel verde
Quando viaggi ricorda di idratare regolarmente il corpo

Ci siamo passati un po’ tutti. Nel bel mezzo di una vacanza ti rendi conto di non andare in bagno da giorni e, anche se ci provi, nulla cambia: è la cosiddetta stitichezza da viaggio. Ma perché succede? E quali sono dei possibili rimedi? Perché in vacanza non si va in bagno?

La stipsi del viaggiatore può essere causata da uno o più fattori: durante un viaggio i nostri comportamenti si allontanano da quelli della routine. Bere meno acqua, e magari sostituirla con drink alcolici (birra o cocktail in riva al mare?) può portare a disidratazione del corpo, e quindi a costipazione. In viaggio, inoltre, l’alimentazione tende a diventare più ricca di carboidrati e grassi, a scapito di frutta, verdura e alimenti ricche di fibre che sappiamo favorire l’evacuazione delle feci. Altri fattori possono essere una minore attività fisica (stare seduti per ore in automobile, treni o aerei può rallentare l’intestino), stress (essere spesso di fretta per rispettare il severo e fittissimo programma di viaggio che ti sei fissato), e inibizione (se far sapere ai tuoi compagni di viaggio che fai la cacca può causarti imbarazzo o hai disagio a farla in qualsiasi posto non sia il bagno di casa tua). Se hai cambiato fuso orario, inoltre, potresti accusare i sintomi del jet lag, alterazione dei normali ritmi del corpo. Ma andare in bagno è importante, e anche andarci con la giusta frequenza. Dunque, cosa fare per andare in bagno in vacanza?

Per fare la cacca in vacanza, e ridurre i disagi, è importante (ed intuitivo) limitare i comportamenti sopraelencati che causano costipazione. Cercate dunque di bere molta acqua durante tutto il giorno per rimanere idratati, fate movimento per quanto possibile e non dimenticate di assumere fibre durante i pasti. Altrettanto importante è andare in bagno quando si sente lo stimolo: trattenere le feci aggrava la stitichezza. Ma c’è qualcosa che possiamo mettere in valigia che può aiutarci in viaggio per andare in bagno?

Tenendo bene in mente i comportamenti consigliati appena esposti, potrebbe essere utile portare con sé in viaggio degli alimenti o integratori alimentari a base di fibre, così da poter mantenere una corretta e bilanciata alimentazione. Se siete interessati all’acquisto vi forniamo i link di Amazon, a titolo di esempio, per mettere nel carrello dei semi di lino o un integratore di fibre a base di crusca e psillio (ricordandovi sempre di leggere bene i foglietti illustrativi per assumere le dosi corrette).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bidet Elaborazione su La Toilette intime ou la Rose effeuillée Louis - Léopold Boilly (1761–1845)

Perché bidet è una parola francese ma in Francia non c’è?