in

Perché Natale si festeggia proprio il 25 dicembre?

Gesù è nato in quel giorno? Non si direbbe…

La natività
Una rappresentazione della nascita di Gesù.

Natale è la festività per eccellenza: ci si scambiano regali, si è più buoni, si mangia tanto, lo festeggiano anche molti credenti di altre religioni o non credenti. Vi siete chiesti però perché Natale cade proprio il 25 di dicembre? La nascità di Gesù?

Nessuno conosce la data reale della sua nascita, però pare che Gesù non sia nemmeno nato nell’anno 1, ma tra il 2 e il 7 a.C., forse nel 4 a.C. (ricordate che non esiste un anno 0! Si va da -1 a 1.) Non c’è scritto nulla in proposito sulla Bibbia, e nei primi due secoli non risulta nemmeno che i cristiani celebrassero il Natale.

La prima testimonianza di un Natale festeggiato il 25 dicembre è del 336, durante l’impero di Costantino (il primo imperatore convertitosi). Alcuni anni dopo, il Papa dichiarò ufficialmente che la nascita di Gesù sarebbe stata celebrata il 25 di dicembre.

Ci sono diverse teorie sul perché il Natale sia festeggiato proprio in quel giorno:

  • Questa data sarebbe mutuata dalla festività del Sol Invictus, la festa del sole che rinasce, stabilita nell’anno 274 a Roma dall’imperatore Aureliano in onore di Mitra, il dio pagano del Sole vincitore delle tenebre. All’epoca i romani ritenevano il 25 dicembre essere la data del solstizio d’inverno e dunque il momento dell’anno in cui le giornate ricominciavano ad allungarsi. Quindi reinterpretandone in chiave “più religiosa” il senso i cristiani avrebbero cominciato a festeggiare il 25 dicembre come giorno della nascita di Gesù, il “nuovo sole” che illumina il mondo.
  • Secondo alcuni studiosi il punto di partenza sarebbe la data della morte di Gesù, che i Vangeli collocano al 14 del mese di nisan del calendario ebraico: tale data coinciderebbe in questo caso con il 25 marzo. Inoltre pare anche che sempre il 25 marzo ci sia stata l’Annunciazione, ossia il concepimento di Gesù. Calcolando i nove mesi di gestazione, si arriverebbe proprio al 25 di dicembre!
  • Un’altra teoria si rifà al culto ebraico. Hanukkah, la festa delle luci, comincia il 25 di kislev, mese del calendario ebreo che coincide in parte con dicembre. Essa commemora la consacrazione di un nuovo altare nel Tempio di Gerusalemme dopo la libertà conquistata dagli elleni, dunque ha una valenza simbolica importante, per cui potrebbe essere parte del motivo per cui la chiesa scelse proprio la data che tutti conosciamo per il Natale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Peluche di Rudolph, una delle nove renne di babbo natale di cui qui puoi leggere i nomi

Come si chiamano le renne di Babbo Natale?

Presepe con sacra famiglia e tre re magi in visita

Quanti erano i tre Re Magi?