in

Perché molte conchiglie hanno un buco?

Per farci le collane, dite? Siete simpatici…

Valve con foro
Una collezione di conchiglie di bivalvi con un foro circolare misterioso...

Passeggiando sulla battigia capita spesso di trovare delle conchiglie “ormai disabitate”. Tra queste, molte hanno un buco, che spesso viene usato per farvi passare un filo e realizzare una collana di conchiglie (per la precisione, valve). Ma… perché c’è quel buco così preciso?

In genere un foro perfettamente circolare che appare ben visibile sulle valve di vongole, telline, tartufi e cozze, è la testimonianza evidente di un sofisticato meccanismo di predazione messo in atto da altri molluschi, gasteropodi della famiglia Naticidae. Questi animaletti, molto comuni lungo le nostre coste, sono tra i più infallibili, pazienti e voraci predatori: divorano i bivalvi ancora vivi dopo avere pazientemente realizzato quel buco!

Dopo aver scovato la preda il Naticide lo immobilizza sia fisicamente con il piede (la “parte molle” preponderante del corpo), sia tramite secrezioni chimiche. Trovato il punto migliore, inizia a raschiare la conchiglia della sua preda con la radula, una struttura cartilaginea estroflessibile ricoperta da svariate file di “denti” di chitina, sostanza molto dura.

La conchiglia di un naticide abbastanza diffuso.
La conchiglia di un naticide abbastanza diffuso. Non si direbbe un predatore così vorace…

Successivamente il predatore “si riposa” momentaneamente, ricorrendo alle armi chimiche: ritira la radula, e ricopre il punto da perforare con una secrezione che aiuta a sciogliere il carbonato di calcio del guscio della preda. Dopo questa fase si ritorna alla precedente, in un ciclo che può durare svariate ore consecutive.

Non appena il foro viene ultimato, il Naticide può divorare l’ormai inerme preda attraverso la proboscide. Solitamente i predatori perforano la parte più vecchia della valva, che è vicino l’attaccatura tra le due valve, come si vede nell’immagine.

Buon appetito a tutti!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

I marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone lasciano il carcere di Trivamdrum

Che fine hanno fatto i marò?

Automobili di sera, fari

Cosa fare per non farsi abbagliare dai fari delle auto che ci seguono?