in

Perché la Befana è brutta?

Il 6 gennaio è il giorno dell’Epifania che coincide con la fine delle feste del periodo natalizio. Andiamo a scoprire chi è questa anziana vecchietta e perché… è brutta!

La Befana.
La Befana ed il suo classico fazzolettone intorno alla testa.

La Befana è una figura legata alla fine delle festività del periodo natalizio ed è tipica della cultura italiana. Questa donna, raffigurata come una nonnina che vola su una scopa, fa visita ai bambini nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio, la notte dell’Epifania. Questa sua visita ha come scopo quello di portare i doni ai bambini e di lasciarli all’interno di apposite calze, le quali sono state lasciate appese sui camini o vicino alle finestre.

La Befana però non è buona con tutti, infatti vi è una distinzione nei doni: dolci e caramelle per i bambini che durante l’anno precedente si sono comportati bene, carbone per i bambini che invece si sono comportati male. Ma perché questa anziana nonnina è brutta e con vestiti fatiscenti?

La befana rappresenta metaforicamente l’anno appena trascorso e la fine delle festività. Il suo aspetto è brutto poiché rappresenta gli eventi cattivi dell’anno precedente, che porta via con sé sulla scopa. Questa povera vecchietta diventa così un simbolo da sacrificare con l’avvento del nuovo anno; per questo motivo, in alcune località, vi è ancora l’usanza di bruciare dei fantocci vestiti con degli stracci come conclusione delle festività natalizie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un tombino tondo in mezzo alla strisce pedonali

Perché i tombini sono tondi?

Essere al verde e quindi senza soldi.

Perché si dice “essere al verde” quando si rimane senza soldi?