in

Perché i panni lavati e non asciugati correttamente puzzano?

Come può il bucato appena preso dalla lavatrice puzzare? Non è un controsenso? E cosa fare per evitarlo?

Asciugamano lasciato dentro lavatrice fa puzza di umido
Lavaggio appena finito

Succede che hai lavato i vestiti in lavatrice e magari non li hai subito tirati fuori a termine del lavaggio e invece di trovarli profumati di ammorbidente odorano di umido. Perché il bucato (a proposito, perché si chiama bucato?) se non asciugato correttamente diventa maleodorante? Come fanno i panni anche se appena lavati a puzzare così tanto? Non è un controsenso?

Nonostante si possa subito pensare ad un lavaggio poco efficace che non ha ben eliminato i batteri che causano la puzza di sudore, la maggior parte delle volte la causa della puzza post-lavaggio è un’altra. Lavare i panni a mano o in lavatrice, infatti, è un modo efficace per uccidere tutti i batteri. Il microclima che si crea nel cestello della lavatrice con i vestiti bagnati all’interno rappresenta invece una condizione favorevole per la proliferazione della muffa. Mentre i funghi che costituiscono la muffa si nutrono, crescono e riproducono, emettono dei composti organici volatili maleodoranti. Ma cosa è possibile fare per evitarlo?

La soluzione più facile e immediata è senza dubbio quella di tirar fuori i vestiti a lavaggio terminato per farli subito asciugare (mi raccomando, non piegateli o appendeteli ancora umidi in armadio e cassetti!). Inoltre, considerando che la muffa cresce in ambienti freddi, utilizzare acqua tiepida o calda nei lavaggi limiterà la sua proliferazione (oltre che rendere il lavaggio più efficace per quanto riguarda l’eliminazione dei batteri).

Contro le muffe è anche utile aggiungere dell’aceto al detersivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rotoli alla cannella cotti al microonde

Cosa cucinare al microonde?

Acqua fredda fresca

L’acqua fredda disseta di più?