in

Perché esiste il pesce d’aprile?

Abboccate sempre agli scherzi? Non capite perché i vostri amici si divertano alle vostre spalle proprio il 1° di aprile? Leggete qua!

Pesce d'aprile

Tutti siamo stati almeno qualche volta vittime di un pesce d’aprile, ossia abbiamo abboccato a qualche scherzo realizzato il 1° aprile. Ma sappiamo, autori o vittime degli scherzi, da dove deriva questa tradizione?

Le origini del pesce d’aprile non sono note, anche se sono state proposte diverse teorie. Una tra le più accreditate colloca la nascita dell’usanza nella Francia del XVI secolo. Prima dell’adozione del Calendario Gregoriano nel 1582, in Europa si celebrava il Capodanno tra il 25 marzo ed il 1º aprile, occasione in cui venivano scambiati dei regali; la riforma di papa Gregorio XIII spostò l’inizio del nuovo anno al 1º gennaio. Pare da lì sia nata la tradizione di consegnare dei pacchi regalo vuoti in corrispondenza del 1º di aprile, volendo scherzosamente simboleggiare la ex-festività, ormai obsoleta. Il nome che venne dato alla strana usanza fu poisson d’Avril, per l’appunto “pesce d’aprile”.

Una delle più remote ipotesi riguarderebbe invece il miracoloso salvataggio di un papa con una spina di pesce in gola, il quale avrebbe decretato che nella città in cui si trovava, Aquileia, il primo aprile non si mangiasse pesce. Un’altra ipotesi ancora vede protagoniste le prime pesche primaverili del passato. Spesso accadeva che i pescatori, non trovando pesci sui fondali nei primi giorni di aprile, tornassero indietro a mani vuote, e per questo motivo erano oggetto di ilarità e scherno da parte dei compaesani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Mani piegano Carta

È vero che è impossibile piegare un foglio di carta per più di 8 volte?

I due emisferi del cervello

L’emisfero sinistro è logico e quello destro è creativo?