in

I dinosauri vedevano i colori?

Molto probabilmente avevano delle piume multicolori, quindi…

Dinosauri in un parco
Sauropodi nel parco provinciale dell'Alberta.

L’eccezionale conservazione delle piume di dinosauro ci ha permesso di viaggiare nel tempo e di sbirciare attraverso gli occhi dei dinosauri. Occhi che, invece, essendo una “parte molle”, non si sono affatto conservati e quindi non possiamo studiare oggi in alcun modo, se non, appunto, indirettamente.

Recenti ricerche sui colori delle piume di dinosauro suggeriscono una sofisticata visione dei colori nei dinosauri: è probabile che le piume esterne si siano evolute per soddisfare le richieste parallele di segnalazione e isolamento termico nelle prime linee evolutive dei dinosauri.

I dinosauri avevano piume splendidamente colorate, e quasi certamente avevano anche una visione straordinaria. In effetti, gli unici dinosauri rimasti, o meglio i loro “discendenti”, per così dire – gli uccelli – possono vedere bene nell’ultravioletto avendo 4 tipi di coni (cellule nell’occhio che permettono di vedere i colori) rispetto ai nostri miseri 3. Ciò aggiunge una nuova dimensione alla percezione dei colori, letteralmente!

In pratica, non abbiamo certezze, ma è verosimile che i dinosauri vedessero il mondo in una luce ultravioletta brillante, insieme agli standard blu, verde e rosso che possiamo vedere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Etciù! Un fantasioso disegno rappresenta il momento di uno starnuto.

Perché si risponde salute ad uno starnuto?

Ragazza nel fango che sembra diarrea

Come fa la diarrea ad attraversare il corpo così velocemente se la digestione richiede parecchie ore?