in ,

È meglio vestirsi di scuro o con vestiti chiari quando fa caldo?

Ci dicono che è meglio vestirsi di bianco, o comunque con abiti chiari, e c’è un motivo, ma in realtà è una semplificazione: andiamo a vedere nel dettaglio

Asiatiche ragazze vestiti neri bianchi
Chi sentirà più caldo?

Sì, ci dicono di vestirci di bianco, o comunque di colori chiari, in estate, poiché i vestiti chiari dovrebbero mantenerci più freschi, riflettendo il calore. E non è (del tutto) sbagliato. Ma dipende, e in certe condizioni addirittura può essere meglio vestire di nero, per sentire meno caldo!

La premessa è: sì, i vestiti scuri si riscaldano più velocemente e facilmente di quelli chiari sotto il sole. Perché? Beh, dipende dal fatto che quando noi vediamo una cosa di un certo colore significa che quella cosa sta assorbendo “gli altri colori”, ossia la luce di altre lunghezze d’onda, e riflette invece la luce di quel colore. Se una cosa è nera significa che assorbe pressoché del tutto la radiazione elettromagnetica nel visibile (alias “la luce”) a ogni lunghezza d’onda, ossia i colori dal rosso al violetto. Se invece è bianca, vuol dire che riflette la luce di tutte le lunghezze d’onda. E quindi, per esempio, è normale che una maglietta nera, che sta assorbendo molta più radiazione (almeno quella visibile, ma ne riparliamo dopo), si riscaldi più di una che invece riflette la luce.

Va però fatto notare che la stessa cosa vale “al contrario”. Anche il nostro corpo emette calore (irraggiamento, nella regione infrarossa), e questo calore viene riflesso (verso il nostro corpo) maggiormente da vestiti bianchi che da quelli neri. Quindi se stiamo in ombra ma c’è comunque molto caldo, sembra logico preferire vestiti scuri, soprattutto se c’è vento, così da dissipare il calore prodotto dal nostro corpo.

Ci sono varie altre cose da considerare, però.

Intanto lo spessore. In un capo nero il calore viene assorbito principalmente dagli strati più esterni, e quindi non viene trasmesso al corpo (ma, al solito, vale anche “il viceversa”). I capi bianchi invece tendenzialmente sono più “trasparenti” in tal senso, soprattutto per quando riguarda i raggi UV, e in particolar modo se umidi/bagnati: perciò può diventare davvero pericoloso stare sotto il sole a lungo.

Poi le condizioni ambientali, soprattutto del vento, che tende a favorire vestiti scuri; e non servono folate di vento, bastano 10km/h per dare un forte vantaggio ai capi scuri su quelli chiari. Un altro aspetto importante è la larghezza dei vestiti: sempre meglio avere dei vestiti larghi, in modo da far “respirare” il nostro corpo.

Quindi, in conclusione, l’unica risposta che si può dare è “dipende“. Non ve l’aspettavate, eh?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bambino seduto al banco sorride felice di imparare nuove lingue straniere

Perché per i bambini imparare una lingua è più facile che per gli adulti?

foto di Del Debbio mentre conduceva quinta colonna

Che fine ha fatto Del Debbio?