in ,

Cosa non bisogna mettere nel microonde?

Cosa è pericoloso? E perché?

Uova e alluminio
Due cose da non mettere in microonde.

Abbiamo già parlato della storia del microonde, e di come funzioni, in questo articolo, e di come non sia pericoloso per la salute in quest’altro. Però probabilmente sappiamo che ci sono cose da non mettere nel microonde, per vari motivi. Andiamo a vederle.

Oggetti metallici. In ogni buon conduttore, come lo sono tutti i metalli, inserito nel microonde si formerà una corrente elettrica. Ogni oggetto con punte metalliche può creare archi elettrici, a volte detti scintille, nel forno a microonde: ad esempio forchette, foglio di alluminio stropicciato (non perfettamente liscio), e in generale qualsiasi metallo in forma di fogli o fili sottili, come può esserlo il bordino metallico di un piatto di ceramica. Si possono creare campi elettrici molto potenti, che ionizzano l’aria rendendola un plasma, visibile come una “scintilla”. Oltre a rischiare di danneggiare il microonde, ciò è pericoloso per la salute in quanto si produce ozono (sì, quello del “buco”) e monossido di azoto (sì, quello del NOS delle auto), nocivi per la nostra salute.

Uova, e oggetti “simili”, come ad esempio le castagne. Il vapore contenuto all’interno non ha uno sfogo, e c’è il rischio che esplodano, ustionandovi in vario modo e/o sporcando ovunque. Le castagne, ma possibilmente anche le patate etc., vanno bucate prima della cottura, cosa che non si può fare con le uova, per le quali quindi il microonde è tabù. I popcorn, invece, ovviamente vanno bene, con le giuste precauzioni.

Nulla. Infatti se non c’è nulla ad assorbire le microonde queste finiranno per essere assorbite da chi le genera, il magnetron, che si surriscalda, danneggiandosi e rischiando di provocare un incendio.

Un altro pericolo può essere rappresentato dai liquidi riscaldati al microonde in contenitori dalle pareti lisce, che possono raggiungere lo stato di sovraebollizione: la temperatura è superiore al punto di ebollizione (per l’acqua, 100°C) ma la sostanza rimane liquida e in quiete. Quando il liquido viene smosso l’ebollizione può iniziare in modo improvviso ed esplosivo e può essere causa di gravi ustioni.

Insomma, state attenti, ma senza esagerare. Basta seguire un paio di semplici regole e non ci sono problemi!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

comments

Cielo con nuvole a batuffoli.

Perché si dice cielo a pecorelle, pioggia a catinelle?

Cielo e mare.

Perché il mare è salato?