in

Come distinguere uova sode e crude?

Vi sarà capitato, no? Come fate? Senza romperle, s’intende…

Uova sode.
Uova sode, con tempi di cottura diversi.

Avete bollito delle uova e le avete messe vicino a quelle crude? Poi magari qualcuno le ha spostate e adesso… non si distinguono più? Come fare per riconoscere le uova sode? E anche se lo sapete, perché funziona? Scopriamolo.

Esiste un metodo infallibile per distinguere un uovo sodo da uno crudo senza ricorrere ad agitale o addirittura a romperle. Vi serve solo un tavolo. Prendete l’uovo in questione e fatelo ruotare, se ruota facilmente è sodo, se ruota con difficoltà è crudo. Alternativamente, o per maggior certezza, dopo averlo fatto roteare fermatene la rotazione per un attimo. Se appena lo lasciate continua a roteare, allora è crudo, sennò, se resta fermo, è sodo. Perché?

L’uovo sodo si comporta come un corpo rigido. Tutte le parti sono rigidamente interconnesse, quindi ruota facilmente e il frenamento del guscio arresta anche il suo contenuto. Al contrario, l’uovo fresco contiene il tuorlo e l’albume che sono in forma di liquidi viscosi. Quindi le parti non si mettono in rotazione nello stesso istante (ossia l’uovo ruota con difficoltà) e l’arresto istantaneo del guscio non frena il moto interno del liquido che poi, per attrito, trascina il guscio a riprendere il moto non appena l’uovo viene lasciato libero.

Ora sapete una cosa fondamentale in più! Contenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Luca Giurato, conduttore tv, famoso per gaffe e strafalcioni, che fine ha fatto?

Che fine ha fatto Luca Giurato?

Bomboletta in funzione.

Perché le bombolette si raffreddano quando le usiamo?